Dvr: è un obbligo del datore di lavoro?

Torna alla Categoria Obblighi del Datore di Lavoro

Che cos’è il Documento di Valutazione dei Rischi?

dvr-laborIl Documento di Valutazione dei Rischi (Dvr), è una certificazione che analizza tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori presenti nella azienda, valutando attrezzature di lavoro, sostanze o preparati chimici impiegati, sistemazione degli ambienti lavorativi, compresi quelli inerenti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari.

Chi redige il Dvr?

Il Dvr viene elaborato dal datore di lavoro, in collaborazione con il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione e il Medico competente (se nominato in base all’attività lavorativa) previa consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

La redazione del Dvr è, quindi, un obbligo non delegabile del datore di lavoro.

Quali sono i contenuti del Dvr?

Il Documento di Valutazione dei Rischi, redatto al termine della valutazione deve avere data certa e comprendere:

  • una relazione inerente la valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa;
  • l’indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei dispositivi di protezione individuale utilizzati;
  • il programma delle misure ritenute adeguate per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;
  • l’indicazione delle procedure per l’attuazione delle misure da realizzare e dei ruoli dell’organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente individui in possesso di adeguate competenze e poteri;
  • l’individuazione del nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o di quello territoriale e del medico competente che ha partecipato alla valutazione del rischio;
  • l’individuazione delle attività che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici.

Nella valutazione di tutti i rischi, il datore di lavoro deve analizzare anche quelli riguardanti lo stress “lavoro-correlato”, quelli inerenti le lavoratrici in stato di gravidanza, nonché quelli connessi alle differenza di genere, di età e di provenienza da altri Paesi.

Come si valutano i rischi?

Il processo di valutazione dei rischi può essere diviso in vari stadi:

  1. Individuare i fattori nell’ambiente lavorativo che sono potenzialmente in grado di arrecare danno ed identificare i lavoratori che possono essere esposti ai rischi;
  2. Analizzare ed attribuire un ordine di priorità ai rischi;
  3. Stabilire l’azione preventiva;
  4. Intervenire con misure di protezione e di prevenzione adeguate;
  5. Controllo e revisione a intervalli regolari per garantire che essa sia aggiornata. Tale aggiornamento deve essere effettuato allorché vi siano cambiamenti significativi nell’organizzazione o in seguito a risultati di indagini riguardanti infortuni.

La nostra Sede Didattica:

Viale Palmiro Togliatti, 1520 - 00155 ROMA

La Labor Security SRL è una Azienda Accreditata dalla Regione Lazio per Attività di Formazione sulla Sicurezza del Lavoro – Determinazione n° D3126 del 2 agosto 2010 (accreditamento in Ingresso) e Determinazione n° G00273 del 20 gennaio 2015 (accreditamento Definitivo)

Le Nostre Certificazioni: