Gravidanza in estate: quali sono i consigli utili?

Stanchezza, pressione bassa, gonfiore alle gambe e difficoltà nel muoversi: sono alcuni disturbi che possono manifestarsi quando si vive la gravidanza in estate.
Durante la gravidanza ci si può abbronzare e fare il bagno, ma è fondamentale proteggere la pelle.

Qualche consiglio utile

  • Non esporsi al sole nelle ore più calde della giornata;
  • Rinfrescarsi frequentemente;
  • Passeggiare in acqua per evitare gonfiori alle gambe;
  • Proteggere il pancione con creme ad elevata protezione;
  • Bere molto: acqua e succhi di frutta, facendo attenzione a non bere bevande troppo fredde per il rischio di congestione;
  • Mangiare molta frutta, ricchissima di acqua e sali minerali;
  • Limitare il consumo di sale: il sodio aumenta il gonfiore alle gambe e favorisce la ritenzione idrica;
  • Indossare un abbigliamento comodo, preferibilmente in cotone o lino, e in colori chiari;
  • Usare un cappello e scegliere scarpe comode.

Il congedo di maternità

Le donne incinte hanno diritto al congedo di maternità, che prevede la sospensione dal lavoro per cinque mesi: due mesi precedenti e di tre mesi successivi al parto.
Solo dopo aver sentito i pareri del ginecologo e del Medico Competente aziendale, la donna incinta può richiedere di modificare il congedo di maternità, stando a casa un mese prima e quattro mesi successivi al parto.

Questa voce è stata pubblicata in Salute e Sicurezza sul Lavoro. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.