Allergia ai pollini: quali sono i cibi da evitare?

Torna alla Categoria Salute e Sicurezza sul Lavoro

La gestione dell’allergia

La primavera rappresenta un problema per milioni di italiani allergici ai pollini.
L’allergia ai pollini viene gestita con diverse terapie, consigliate dal medico a seconda dei casi.

La prevenzione riguarda l’assunzione di cromoni, che diminuiscono la sensibilità verso il polline allergenico.
Questi farmaci vengono assunti per prevenire i disturbi allergici, quali le crisi di asma bronchiale.
Qualsiasi farmaco deve essere assunto su prescrizione medica.
Si ricorda che per impedire la comparsa dei sintomi dell’allergia è necessario evitare il contatto con l’allergene responsabile.

Cibi da evitare

Ecco alcuni alimenti da evitare per le persone che soffrono di allergia ai pollini:

  • alcune verdure: pomodori, piselli, finocchi e prezzemolo.
  • alcuni tipi di frutta (meloni, angurie, pesche, mandorle, agrumi, albicocche, ciliegie e kiwi).

La prevenzione sul lavoro

Le mansioni a rischio sono quelle che operano nel settore agricolo e nell’ambito edile.
Per tali mansioni il Datore di Lavoro deve nominare un Medico Competente aziendale ai fini della tutela della salute dei lavoratori .
Tra i test obbligatori da effettuare, vi è la spirometria, che consente di analizzare la capacità polmonare.

La nostra Sede Didattica:

Viale Palmiro Togliatti, 1520 - 00155 ROMA

La Labor Security SRL è una Azienda Accreditata dalla Regione Lazio per Attività di Formazione sulla Sicurezza del Lavoro – Determinazione n° D3126 del 2 agosto 2010 (accreditamento in Ingresso) e Determinazione n° G00273 del 20 gennaio 2015 (accreditamento Definitivo)

Le Nostre Certificazioni: